“Una Coppa pulita”

28 03 2009

Pubblichiamo l’intervista a Danny Jordaan, presidente del Comitato organizzatore di Sudafrica 2010, realizzata da Stefano Piazza per il Manifesto

Danny Jordaan

Danny Jordaan

Danny Jordaan, presidente del Comitato organizzatore di Sudafrica 2010, è a Milano per presentare la Confederations Cup di giugno e lo stato dei lavori per i Mondiali del prossimo anno. La prima Coppa del Mondo organizzata da un Paese africano è alle porte e l’ex insegnante-calciatore-attivista anti-Apartheid-dirigente dell’Anc (57 anni), vuole correggere l’immagine di una nazione disorganizzata e in ritardo circolata con l’avvicinarsi dello storico traguardo. I ritardi, in alcuni casi, erano reali come a Port Elizabeth (che è la città natale di Jordaan e ha perso la Confederations Cup) ma per lo più si tratta di problemi comuni a ogni organizzatore di grandi eventi. Basti pensare a Pechino 2008 o, per guardare a casa nostra, a Italia ’90, con gli ultimi «ritocchi» fatti in corsa la mattina della giornata inaugurale. Leggi il seguito di questo post »





Il Sudafrica nega il visto al Dalai Lama

23 03 2009
Il Dalai Lama

Il Dalai Lama

Pasticcio diplomatico in Sudafrica, dove il governo ha negato al Dalai Lama il visto d’ingresso per prendere parte a una conferenza di premi Nobel per la pace in programma venerdì 27 marzo a Johannesburg sul tema del calcio come strumento contro il razzismo e la xenofobia, in vista dei Mondiali 2010. Leggi il seguito di questo post »





Prove di sicurezza per la polizia sudafricana

12 03 2009

In vista della Confederations Cup di giugno e dei Mondiali 2010 la polizia sudafricana affronterà la prossima settimana un’esercitazione, che si svolgerà in 4 stadi e negli aeroporti del Gauteng e del North West.

Per agevolare la prova, tra il 16 e il 19 marzo lo spazio aereo sopra Pretoria, Johannesburg e Rustenburg sarà sottoposto a delle restrizioni, alle quali dovranno attenersi tutte le compagnie di volo ad eccezione di quelle nazionali.





Sudafrica, nel Limpopo è emergenza colera

11 12 2008

Sulla base di un rapporto del Dipartimento della sanità e dello sviluppo sociale, il governo sudafricano ha deciso di dichiarare l’area di Vhembe, nella provincia di Limpopo, “zona di disastro” a causa della diffusione di un’epidemia di colera. “L’epidemia – ha detto Mogale Nchabeleng, direttore esecutivo del Consiglio esecutivo provinciale, ripreso dall’agenzia stampa sudafricana ‘Sapa’ – secondo i dati del rapporto è dovuta al massiccio arrivo di cittadini dello Zimbabwe, tra i quali molti erano infetti. Al momento le persone in cura sono 664, ma le nostre strutture sanitarie stanno avendo crescenti difficoltà. Le vittime finora accertate sono otto, sei di loro provenivano dallo Zimbabwe, gli altri due erano sudafricani”. Leggi il seguito di questo post »





Pioggia di dollari per i trasporti del 2010

24 11 2008
ferrovie in Sudafrica

Ferrovie in Sudafrica

Investimenti per oltre 15 miliardi di dollari, soprattutto nello sviluppo di arterie stradali e infrastrutture della mobilità, sono stati annunciati oggi dal ministro dei Trasporti sudafricano, Jeff Radebe. I lavori dovranno essere terminati entro il 2010 per consentire l’utilizzo delle nuove infrastrutture durante i Mondiali, per i quali si attendono nel Paese oltre 450.000 visitatori.

Fonte: Misna





A caccia dell’Einstein africano

17 11 2008
blog.ted.com

blog.ted.com

Ha iniziato a produrre i primi frutti l’Istituto africano di scienze matematiche (Aims) di Città del Capo: un centro di formazione ha aperto le sue porte ad Abuja, capitale della Nigeria, ed è uno dei quindici progetti sponsorizzati nel continente dall’istituto sudafricano. “Grazie a progetti come l’Aims, sono sicuro che sarà possibile vedere molto presto un Einstein dalla pelle nera” afferma con entusiasmo Eric, studente del Madagascar stabilitosi ormai a Città del Capo, dove segue le lezioni presso il centro di ricerca d’eccellenza attivo dal 2003. Leggi il seguito di questo post »





Inaugurata a Johannesburg la prima sede africana di “Greenpeace”

14 11 2008

L’organizzazione ambientalista ‘Greenpeace’ ha inaugurato ieri a Johannesburg la sua prima sede in Africa e avviato una campagna contro i cambiamenti climatici. Tra la fine del 2008 e l’inizio del 2009, verranno aperti altri due uffici a Kinshasa (Congo) e Dakar (Senegal). “Nostra priorità saranno la lotta ai cambiamenti climatici, la deforestazione e la pesca illegale” ha detto il direttore esecutivo per il continente, Amadou Kanoute, secondo cui il Sudafrica, “in qualità di paese emergente e 14° al mondo per quantità di emissioni di gas serra, deve prendere la guida di questa battaglia” e chiedere che i paesi in via di sviluppo mettano a disposizione le risorse necessarie “per sostenere la lotta alla deforestazione e preservare i diversi ecosistemi presenti nel continente”. Leggi il seguito di questo post »