Fenomenologia del calcio di rigore

15 11 2008

4aling.spaces.live.com

4aling.spaces.live.com

Da Italia ’90 in poi, quasi un quarto dei gol della Coppa del Mondo è stato realizzato su rigore; due Mondiali (Usa ’94 e Germania ’06) sono stati addirittura assegnati dal dischetto. Ma qual è l’attuale stato di salute del tiro più temuto al mondo? La Castrol, sponsor di Sudafrica 2010, ha effettuato un’inchiesta sui penalty battuti nelle ultime tre stagioni nelle principali competizioni europee. Ebbene, le statistiche non solo dicono che tre rigori su quattro entrano in rete – dato approssimativamente già noto – ma offrono anche interessanti indicazioni sulla traiettoria che garantisce la maggiore percentuale di successo, sui minuti della gara in cui è più probabile la trasformazione in gol, e sulla nazionale e il rigorista più affidabili dagli undici metri.

Intanto, secondo i risultati del sondaggio, che ha preso in considerazione 1.527 penalty, dei rigori non realizzati solo il 18,2 % viene parato; il 3.5% colpisce il palo o la traversa e il 3.6% esce fuori dallo specchio della porta.

La rete si buca più facilmente all’incrocio dei pali, mentre solo il 55% dei rigori centrali rasoterra viene messo a segno.

penalties1

Se il penalty è assegnato nei minuti di recupero, il rischio di perdere la concentrazione o di soffrire la pressione dei tifosi è molto elevato: quasi il 60% delle volte si fallisce. L’ideale è battere il rigore tra il 60′ e il 75′, un quarto d’ora che garantisce il successo nel 78,3% dei casi. Inoltre, un penalty decisivo ha il 62% di probabilità di diventare gol contro il 92% di uno ininfluente.

Tra le nazionali maggiori, è il Brasile ad aver trasformato più rigori nelle ultime cinque edizioni dei Mondiali. I carioca guidano infatti la classifica con l’88% delle realizzazioni, mentre l’Italia si piazza in penultima posizione con il 33%: dopo di noi solo l’Inghilterra (17%).

Classifica

Brasile 88%
Germania 83%
Argentina 63%
Francia 50%
Spagna 40%
Italia 33%
Inghilterra 17%

Il giocatore più spietato dagli undici metri è l’argentino Messi, con il 100% di penalty trasformati. Non sempre è invece un cecchino Kakà (73.5%): più bravi del Pallone d’oro anche i nostri Del Piero, Toni e Materazzi, i migliori a parimerito degli Azzurri (83,5%).

Annunci

Azioni

Information

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...




%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: