La travolgente energia del vuvuzela

1 07 2008

Potrebbe essere il tormentone dei Mondiali 2010, salutato con entusiasmo dallo stesso Presidente Fifa Sepp Blatter il giorno dell’investitura ufficiale del Sudafrica. A due anni dal fischio d’inizio della competizione, il vuvuzela, strumento a fiato etnico popolarissimo negli stadi del Paese africano, si profila come il must della prossima torcida mondiale.

Simile a una trombetta in plastica, il suo vibrato ricorda il verso dell’elefante richiamando i giocatori all’azione in campo. Il vuvuzela, il cui nome significa in zulu “strumento che produce rumore”, è infatti originario del Corno d’Africa, dove veniva usato per segnalare l’inizio di una battaglia o di una celebrazione.

Oggi ha conquistato anche le tifoserie di Paesi quali Ghana, Nigeria e Costa d’Avorio, diventando un simbolo di tutto il calcio africano e suscitando la curiosità di numerosi supporters europei.

Per i Mondiali 2010 sono stati già prodotti centinaia di vuvuzela, ma ne circoleranno almeno un milione durante la kermesse iridata. Il prezzo, tra i 25 e i 30 rand, supera di poco i due euro.

Graziana Urso


Annunci

Azioni

Information

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...




%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: