Sudafrica, in attesa della palla tonda ecco la palla ovale

27 06 2007

Al 2010 manca ancora un bel po’, ma in Sudafrica gli sportivi non restano certo senza avvenimenti da guardare. In questi giorni infatti, proprio nel Paese africano si sta disputando la Tri Nations, il tradizionale torneo di rugby tra le migliori squadre dell’emisfero australe in previsione del mondiale che si giocherà in Francia.

Il Sudafrica, una delle migliori squadre con la palla ovale, è stato però battuto nella seconda giornata dalla mitica formazione degli All Blacks, anche se gli Springboks restano in testa alla classifica generale con cinque punti, grazie ad una vittoria nel match di apertura ed al bonus contro i neozelandesi.

La gara tra All Blacks e Springboks è stata entusiasmante e sempre in bilico, giocata nel sobborgo di Urban e condita da un pubblico di 70mila sudafricani in delirio. Solo un assaggio del grande tifo che sarà pronto a scatenarsi anche in occasione dei mondiali in programma tra tre anni. Peccato per i sudafricani, che per settanta minuti sugli ottanta totali avevano messo sotto i numeri uno al mondo. Il finale, 26 a 21 per i neozelandesi, premia oltremodo gli ospiti, apparsi opachi, imprecisi e sparagnini per oltre un’ora di gioco. Percy Montgomery e Ruan Pienaar dopo 19 minuti, con due piazzati, portavano avanti il Sud Africa, tallonata però da Daniel Carter che con due calci precisi riusciva a pareggiare i conti. Allo scadere del tempo gli Springboks si riportavano in vantaggio con Schalk Burger. L’inizio del secondo tempo si è aperto come si era chiuso, ovvero con gli africani ancora in meta, e con gli All Blacks incapaci di riportarsi sotto. A quindici minuti dal termine i nove punti di vantaggio dei sudafricani sembravano bastare per portare a casa la seconda vittoria e ipotecare il Tri Nations. Ma gli All Blacks sono duri a morire, e così negli ultimi 600 secondi è cominciato l’assalto al Forte Apache africano. Tre mete da manuale rugbystico firmate da Richie McCaw, da McDonald e Joe Rokocoko permettevano ai neozelandesi prima di pareggiare i conti, poi di mettere la freccia e sorpassare i sudafricani. Letteralmente ammutoliti i settantamila di Urban. Il Sudafrica resta in testa al girone, ma gli All Blacks – che non vincono comunque un mondiale dal 1987 – restano i favoriti per il torneo transalpino. In Sudafrica hanno comunque già tutti la testa nel pallone.

Mirko Nuzzolo

Annunci

Azioni

Information

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...




%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: